Le donne colombiane raccontano la loro verità sul conflitto

gennaio 19, 2014 § Lascia un commento

celeste grossi

éPer la prima volta nella storia recente del paese, le donne colombiane presentano una ricerca sulle violazioni dei diritti umani in Colombia in queste decadi di guerra. Al di là delle cifre impressionanti le donne hanno dimostrato di avere molto da raccontare su come sono riuscite a , sopravvivere agli orrori subìti o ai quali sono state costrette ad assistere.

La ricostruzione della verità, secondo esperti internazionali di peace kiping è uno dei passi fondamentali nel processo di pace. In Colombia le vittime del conflitto armato tra esercito regolare, guerriglia armata e eserciti dei narcotrafficanti con una petizione hanno chiesto e ottenuto la creazione di una “commissione della verità” per ricostruire quel che è accaduto ed evitare che questi fatti si ripetano. Il governo non si è opposto e anche le FARC hanno mostrato interesse. Le audizioni sono finalmente iniziate. Ma intanto, a novembre 2013, La Ruta Pacífica de las Mujeres, con il sostegno di varie organizzazioni internazionali, ha presentato nel dossier − “La verità delle donne vittime del conflitto armato in Colombia”. (http://static.iris.net.co/semana/upload/documents/Documento_366083_20131125.pdf; http://static.iris.net.co/semana/upload/documents/Documento_366085_20131125.pd) − i risultati di una ricerca dal basso, iniziata nel 2010 per dar voce alle donne che per anni hanno subìto il conflitto colombiano in silenzio. Minacce, paura, morte delle persone care, sparizioni e ogni tipo di violenza (mediamente, ogni donna ha subito quattro violazioni dei diritti umani.

Delle 932 donne ascoltate l’82.6% afferma di essere stata vittima di tortura e di essere stata sottoposta a trattamenti crudeli, inumani, degradanti. Il 76.2% di loro è stata desplazada (costretta con la forza a lasciare la propria casa e il proprio luogo di origine). Il 54.1% ha dichiarato che un proprio familiare è stato vittima di esecuzione extragiudiziale. Il 63.2% delle donne che ha subito violenza ha presentato denuncia alle istituzioni; solo il 18.3% delle denunce presentate ha avuto seguito. La Giustizia è lontana: la maggior parte delle donne non vengono credute e anche quando si celebrano dei processi spesso i responsabili restano impuniti. Le donne chiedono la fine dell’impunità e una giustizia che vada oltre la compensazione economica. Chiedono prioritariamente di essere ascoltate. Il dossier accoglie la loro richiesta raccogliendo la narrazione della storia personale di ciascuna di loro.

«Dalla guerra hanno ottenuto un “guadagno”, si sono costitute come soggetti», ha chiarito Marina Gallego, coordinatrice nazionale della Ruta Pacífica de las Mujeres

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Le donne colombiane raccontano la loro verità sul conflitto su Facciamo pace.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: